Get Adobe Flash player

Anche un piccolo contributo di 1 euro per noi può essere molto per il mantenimento di questo sito web

LibreriadelSanto.it - La prima libreria cattolica online

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

settembre: 2017
L M M G V S D
« Ago    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930  

 

Cari figli! Oggi vi invito ad essere generosi nella rinuncia, nel digiuno e nella preghiera per tutti coloro che sono nella prova, e sono vostri fratelli e sorelle.
Continua a leggere

 

La profezia dei tre giorni di buio ogni tanto torna alla ribalta. Cosa c’è di vero in questa profezia? Non lo sappiamo ma certamente i veggenti di Medjugorje non ci credono.

Vicka alla domanda di padre Livio: “Ci saranno tre giorni di buio e poi nel duemila la fine del mondo?” rispose: “E chi lo ha detto? La Madonna? Dove? Qui? Questo io lo sento da voi. Non prestate ascolto a queste cose, non sono vere! La Madonna non parla mai per farci paura. Lei parla sempre per darci una speranza. Cosa succeda nel futuro Dio lo sa, ma noi non dobbiamo avere alcun timore di guardare avanti”. Continua a leggere

 

Alle 2.30 del 23 settembre 1968 si concludeva l’esistenza terrena di Padre Pio da Pietrelcina, l’umile cappuccino che nel 2002 fu proclamato santo da Giovanni Paolo II. La devozione nei suoi confronti ha dimensioni planetarie ed è diffusa in tutti gli strati sociali. Ne parliamo con mons. Pietro Bongiovanni, 55 anni, parroco di San Salvatore in Lauro, dal 2000 assistente ecclesiastico diocesano e del Lazio dei Gruppi di preghiera di Padre Pio. Continua a leggere

Pochi santi furono, come padre Pio, dotati di doni straordinari che hanno richiamato su di lui l’attenzione del mondo intero: le stimmate, il profumo misterioso che emanava dal suo corpo, i carismi di profezie e di scrutamento dei cuori, le guarigioni e le conversioni attribuite alla sua preghiera. Nel convento del Gargano, nel quale l’umile frate cappuccino viveva, la ressa di devoti era quotidiana: tutti lo volevano vedere, toccare; tutti desideravano assistere alla sua messa, un momento di rara intensità spirituale e soprattutto confessarsi, rimettersi in sintonia con Dio guidati da lui. La confessione era un incontro che spesso sconvolgeva le persone mutando per sempre la loro vita, mentre il numero dei «convertiti» e dei devoti estimatori aumentava incessantemente.
Continua a leggere