11 curiosità sul Vaticano che la maggior parte della gente non conosce

POPE FRANCIS GENERAL AUDIENCE

Il Vaticano non è certo un parco di divertimenti per teorici della cospirazione. La maggior parte delle attività che si svolgono all’interno delle sue mura potrebbero infatti risultare piuttosto noiosa al grande pubblico. L’aura misteriosa che circonda l’Archivum Secretum Apostolicum Vaticanum – questo il nome completo degli Archivi Vaticani – potrebbe ad esempio essere dovuta solo a una traduzione errata dall’originale latino: “secretum” non va tradotto come “segreto”, ma significa semplicemente “personale”. Chiunque abbia mai avuto una scrivania potrebbe probabilmente cogliere cos’è in ballo: l’Archivio “Segreto” Vaticano è una raccolta di documenti personali, soprattutto lettere private, cronache e registri storici dei Papi del passato. Scusate se siamo dei guastafeste, Dan Brown & Co.

In questa sede vorremmo condividere con voi un elenco di 11 domande che forse avete sempre voluto porre sul Vaticano.

1. Quante persone vivono in Vaticano?

Esattamente 605.

2. Quanti di questi 605 abitanti sono sacerdoti?

In Vaticano vivono 62 laici, oltre ai 105 membri della Guardia Svizzera. Gli altri abitanti sono cardinali, vescovi, sacerdoti, religiosi e religiose.

3. Quante persone lavorano in Vaticano?

Si dice che quando un giornalista chiese a Papa San Giovanni XXIII (che regnò dal 1958 al 1963) quante persone lavorassero in Vaticano il Pontefice si fermò, ci pensò un attimo e poi rispose: “Circa la metà”.

Leggi anche  «Ho incontrato Gesù, così mi ha cambiato la vita»

Scherzi a parte, 4.810 persone lavorano per la Santa Sede (assistendo il lavoro pastorale del Papa nel mondo) e nella Città del Vaticano. Come qualsiasi altra città, il Vaticano ha un supermercato, musei e così via.

La Santa Sede impiega 2.880 persone in 65 corpi diversi (congregazioni vaticane, pontifici consigli, nunziature, uffici…). Solo nella Città del Vaticano ci sono 1.930 impiegati.

4. Quante chiese ci sono in Vaticano?

Oltre alla Basilica di San Pietro, ci sono altre sei chiese: San Pellegrino in Vaticano, Santi Martino e Sebastiano degli Svizzeri, Sant’Anna dei Palafrenieri, Sant’Egidio in Borgo, Santo Stefano degli Ungheresi e Santo Stefano degli Abissini.

5. Quanti musei ci sono?

Anche se si parla di “Musei Vaticani” al plurale, si tratta di un’unica struttura che comprende molti musei e gallerie (come la Pinacoteca Vaticana, il Museo Pio-Clementino, la Collezione d’Arte Religiosa Moderna, il Museo Chiaramonti e i Musei Gregoriano Etrusco e Gregoriano Egizio). In totale ci sono 54 gallerie, inclusa la Cappella Sistina.

Il Museo contiene quasi 70.000 opere d’arte, 20.000 delle quali in mostra, e attualmente impiega 640 persone che lavorano in 40 dipartimenti diversi.

Come nota a parte, nel Palazzo San Carlo c’è il cinema vaticano (gestito dalla Filmoteca Vaticana), in cui i Papi, lo staff vaticano e gli ospiti assistono alle rappresentazioni. Il cinema è una vecchia chiesa sconsacrata perché non c’era un motivo pastorale per tenerla attiva, visto che si trova all’interno del Vaticano. Giovanni Paolo II, che ha assistito a molti film in quella sede, ha detto una volta riferendosi alla chiesa: “Ci sono solo due posti al mondo in cui una chiesa è stata trasformata in un cinema: l’Unione Sovietica e il Vaticano!”

Leggi anche  Manuel, il bambino che parlava con Gesù Eucarestia

6. Quanti edifici ci sono?

Per quanto ne sappiamo non c’è un numero ufficiale, ma non ce ne possono essere troppi in uno spazio di 0,44 km quadrati, soprattutto quando si deve far spazio alla Basilica di San Pietro e alla sua piazza. Bisogna ricordare che la Città del Vaticano ha anche 13 edifici nella città di Roma (tra i quali le Basiliche di Santa Maria Maggiore e di San Giovanni in Laterano), così come la Basilica di Santa Maria degli Angeli ad Assisi e Castel Gandolfo (la residenza estiva dei Papi). Sono edifici extraterritoriali, ovvero quando si entra in questi luoghi non si è in Italia, ma in Vaticano.

7. Quante stazioni radiofoniche ci sono?

Solo una, la Radio Vaticana, con i suoi vari canali. Dopo la riforma di Papa Francesco fa parte della Segreteria per le Comunicazioni della Santa Sede. È stata istituita nel 1931 dall’inventore della radio, Guglielmo Marconi. Trasmette su Internet in 38 lingue e ha 355 impiegati di 59 Paesi diversi.

8. Quanti canali televisivi?

Nessuno. Il Centro Televisivo Vaticano non è un canale televisivo, ma un centro di produzione televisiva dedicato soprattutto a coprire le attività del Papa, condividendo il suo segnale con vari canali televisivi, la web e i canali YouTube di tutto il mondo.

Leggi anche  FATIMA il segreto ancora nascosto?

9. Quanti anni ha lo Stato del Vaticano?

Lo Stato Vaticano è stato fondato l’11 febbraio 1929, quando è stato firmato il Trattato del Laterano. Le sue origini risalgono al martirio di San Pietro nel Circo di Nerone, che sorgeva dove oggi si trova la Basilica di San Pietro.

10. Perché la Basilica di San Pietro è la cattedrale del Papa?

In realtà non lo è. La cattedrale del Papa – la sua chiesa come vescovo di Roma – è la Basilica di San Giovanni in Laterano, che è fuori dal Vaticano ma la lo status extraterritoriale.

11. Quanti terminali ATM ci sono nella Città del Vaticano?

Uno. Ed è in latino!