Manuel, il bambino che parlava con Gesù Eucarestia

 

Anche se nella sua giovanissima vita non avesse parlato a tu per tu con Gesù, la storia di Manuel resterebbe senza alcun dubbio un prodigio meraviglioso. Un bambino che a soli quattro anni affronta la malattia come fosse un’inesauribile storia d’Amore con il suo Gesù. Un piccoletto che offre il suo dolore innocente sino al sangue per «convertire più anime possibili». Un fanciullo che a 9 anni nasce al Cielo in festa, così sicuro del Paradiso tanto da non vedere più i confini tra Cielo e terra. Ecco, entrare nella storia di questo mistero basterebbe a sciogliere anche i cuori più induriti, «quelli che – dice Manuel – non conoscono il Tuo amore». E però quel bambino di Calatafimi, in quel paesello di 6 mila anime disperso fra le colline sicule dell’agro segestano, quel piccolo bambino, con il suo Gesù, ci parlava per davvero. Continua a leggere “Manuel, il bambino che parlava con Gesù Eucarestia”

“Che voglia di ritornare a Medjugorje! “

“Mi chiamo Laura, ho 43 anni, sono sposata e ho due figlie, di 14 e  9 anni. Sono impiegata e lavoro in una azienda che si trova alle porte di Milano.
Mi sono recata la prima volta a Medjugorje nell’agosto 2011; sono partita alla vigilia di Ferragosto infilandomi su di un bus  di Pellegrinaggi in partenza da Milano. Ho lasciato a casa marito e figlie trasportata da una “chiamata” che non avevo assolutamente messo in conto nella mia vita.

Continua a leggere ““Che voglia di ritornare a Medjugorje! “”

Messaggio del 25 ottobre 2017 a Marija. ( Medjugorje )

 

Cari figli! In questo tempo di grazia vi invito ad essere preghiera. Tutti avete problemi, tribolazioni, pene e inquietudini. I santi vi siano modello ed esortazione alla santità, Dio vi sarà vicino e voi sarete rinnovati con la ricerca e la conversione personale. La fede sarà per voi speranza e la gioia regnerà nei vostri cuori.Grazie per aver risposto alla mia chiamata”.

Ayrton Senna e la Fede

 

u un grande campione di Formula1.
Aveva vinto tutto, ma il suo principale sostegno, come lui stesso raccontava, lo trovava nella Parola di Dio, la Bibbia:

Ho sempre avuto un contatto speciale con Dio; Lui mi ha sempre dato molto.
È stato a Montecarlo, che ho avuto la prima esperienza diretta con Dio; è stata una cosa molto importante.
A partire da quel primo contatto io sono riuscito a comprendere tutta una serie di cose e di fatti che mi erano accaduti precedentemente, i cui contorni mi erano sfuggiti.  Continua a leggere “Ayrton Senna e la Fede”

Cristiano Ronaldo non sarebbe dovuto nascere. La madre voleva abortire per problemi di soldi

 

Cristiano Ronaldo, uno dei giocatori più forti e più pagati di tutti i tempi, non doveva nascere. Lo rivela la madre Dolores Aveiro nella biografia intitolata “Madre coraggio”, che esce in Portogallo.  Continua a leggere “Cristiano Ronaldo non sarebbe dovuto nascere. La madre voleva abortire per problemi di soldi”