La mia vita è cambiata a Medjugorje

Il primo viaggio, lo stupore per l’incontro con la veggente, l’inizio di una lunga avventura. Che continua…

di Antonio Pellegrini

L’incontro con Ivanka, una dei sei veggenti di Medjugorje, è stato per me un momento fra i più determinanti del mio cambiamento; ero al mio primo viaggio e dopo una breve testimonianza privata e nascosta – perché allora Ivanka non rilasciava testimonianze pubbliche – la veggente salutava tutti con un abbraccio fraterno ed una parola personale. Rimasi in disparte, l’ultimo del piccolo gruppo, incredulo e stupito da ciò che avevo appena ascoltato, consapevole di non meritare tanta grazia, così quando si avvicinò a me per il saluto, faci qualche passo indietro e balbettai:  Continua a leggere “La mia vita è cambiata a Medjugorje”

Medjugorje – testimonianza di Gabriella

Scritto da Gabriella Massarotti 

( Storia vera di un pellegrinaggio dal 31 Ottobre al 4 Novembre 2005)

E’ successo in una sera di fine estate, a casa di due colleghi, Simonetta e Mario. Mi hanno proposto di andare in pellegrinaggio a Medjugorje. Sapevano che la Madonna avrebbe dato un messaggio il 2 Novembre a Mirijana, una dei sei veggenti. Quella data mi ha fatto scattare un immediato bisogno di aderire all’invito, perché ci ho visto un collegamento, non casuale, con il compleanno (il giorno commemorativo dei defunti) di mia nonna materna, Ines, defunta, alla quale sono stata molto legata, e ho ipotizzato un eventuale messaggio per me da parte sua, tramite la Madonna. Continua a leggere “Medjugorje – testimonianza di Gabriella”

Andrea Cunningham: “Medjugorje è un luogo particolare”

 

Tra i numerosi pellegrini abbiamo incontrato Andrea Cunningham dall’Irlanda del Nord, venuta in visita a Medjugorje con il marito ed i suoi cinque figli. Questa è la sua quinta visita. Ritiene che questo luogo sia qualcosa di particolare e vi torna regolarmente, perché si sente come a casa: “Questo è davvero un luogo particolare. Continua a leggere “Andrea Cunningham: “Medjugorje è un luogo particolare””

La svolta mistica di Nek: “Mi ha salvato la Madonna di Medjugorje”

Quegli occhi azzurro ghiaccio. Le ragazzine del 1997, che oggi sono donne, molte di loro anche mamme, ancora se li ricordano sul palco di Sanremo sulle note di Laura non c’è. «Quel successo, all’epoca, non me lo sono goduto. Ero all’inizio, dovevo dimostrare tutto». Dopo 18 anni, Filippo Neviani, in arte Nek, è tornato sul palco dell’Ariston con gli stessi occhi azzurro ghiaccio di allora. Quelle lievi rughe che li incorniciano, mostrano i tratti di un uomo «consapevole». Fiero delle responsabilità, «di essere un padre. Ora so che il vero rock’n’roll è cambiare i pannolini alle due del mattino».

Al festival targato Conti, dove ha portato Fatti avanti amore classificandosi secondo, ha fatto venire la pelle d’oca a 10 milioni e rotti di italiani cantando Se telefonando. Il pubblico gli ha tributato un grande affetto, «per strada come sui social network, che davvero non mi aspettavo».

Continua a leggere “La svolta mistica di Nek: “Mi ha salvato la Madonna di Medjugorje””