Get Adobe Flash player

Anche un piccolo contributo di 1 euro per noi può essere molto per il mantenimento di questo sito web

LibreriadelSanto.it - La prima libreria cattolica online

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

Predazzo (Trieste)– Medjugorie   19/05/13 – 29/05/13

L’idea è di andare a Medjugorie in bicicletta c’era già lo scorso anno. Abbiamo voluto accostare questa “avventura” a qualcosa di più profondo e così, approfittando del pellegrinaggio organizzato da alcune persone di Predazzo e Castello di Fiemme per accompagnare a Medjugorie ammalati e non, ci siamo iscritti. Il 19 maggio, sei giorni prima della partenza dei pullman del pellegrinaggio, siamo partiti. Accompagnati in auto fino a Belluno, siamo saliti in treno che ci ha portato a Trieste. Montate le bici, verso le ore 13.00 siamo saliti in sella per la prima delle sei tappe.

La meta di ogni giornata non era programmata. I km percorsi giornalmente variavano da 85Km a 130 km e molto è dipeso dalle condizioni meteo che non ci hanno risparmiato né pioggia né vento. L’itinerario percorso di circa 630 Km si è sviluppato quasi interamante lungo la costa (unica variante l’isola di Pag che corre parallela alla costa per circa 50 km). Durante le lunghe ore di pedalata ognuno di noi ha avuto il tempo di immergersi nei propri pensieri/riflessioni/preghiere.

LibreriadelSanto.it - La prima libreria cattolica online

E’ cosi che venerdì 24/05/13 verso mezzogiorno siamo arrivati a Medjugorie, fermandoci nella  chiesa di San Giacomo a ringraziare. Verso sera arrivati anche i due pulmann dei pellegrini, accompagnati da Don Giorgio e Don Valentino, così anche noi ci siamo aggregati al gruppo per il resto del pellegrinaggio, anche per il ritorno.

La fretta nel scrivere l’articolo ci ha fatto dimenticare una cosa importante, i ringraziamenti, lo facciamo ora nelle due righe che seguono sperando che ci possiate perdonare.

Un saluto e un grazie di cuore a tutti i nostri compagni pellegrini e agli organizzatori del pellegrinaggio, ma un grazie speciale a tutti gli ammalati che ci hanno fatto compagnia durante la tutta la permanenza a Medjugorie.

Ciao a presto.

Silvano, Alessandro , Gianfranco.