Medjugorje, Andrea testimonia la sua guarigione inspiegabile in Bosnia

La storia di Andrea De Luca, giovane napoletano guarito dal morbo di Perthes, è diventata di dominio pubblico dopo che il giornalista Paolo Brosio l’ha riportata sul libro sui miracoli di Medjugorje ‘Raggi di Luce‘. In questo testo, il giornalista convertitosi proprio in Bosnia ha voluto riportare alcuni dei fenomeni inspiegabili che si sono verificati nel luogo di culto mariano. L’intenzione non era solo quella di dare una testimonianza della presenza divina in quel luogo, ma anche cercare di spiegare agli italiani perché da oltre 30 anni la località bosniaca è meta di pellegrinaggi e oggetto di devozione.

Medjugorje, la guarigione inspiegabile di Andrea

Il libro del giornalista è stato presentato nel 2014 e per l’occasione il TG5 ha voluto parlare della sua pubblicazione attraverso la guarigione inspiegabile di Andrea. Il ragazzo campano ha scoperto a 13 anni di essere affetto dal morbo di Perthes, una malattia alle ossa, più precisamente alla testa del femore. Si presenta sopratutto in età infantile e colpisce principalmente le persone di sesso maschile. Tra i sintomi ci sono lievi o forti dolori, riduzione della capacità di movimento che spesso costringono all’utilizzo di stampelle.

Il giovane Andrea De Luca ha dovuto smettere di rincorrere il sogno di diventare un calciatore e, prima di andare in pellegrinaggio a Medjugorje, non era in grado di muoversi senza l’ausilio di stampelle. Ai microfoni del TG5 ha spiegato di essere stato colpito da dei raggi di luce durante una messa e di aver immediatamente provato sollievo. Di ritorno a casa, ormai privo di dolore e senza necessità di portare stampelle, ha avvertito una voce che gli ha ripetuto per tre volte: “Adesso sei un apostolo, cammina e porta luce”.

 

Fonte: https://www.viagginews.com/

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: