Su Medjugorje il Vaticano si dice pronto a “regolare il fenomeno”

 

Il segretario di Stato Pietro Parolin: fondamentale la cura pastorale dei fedeli.

Mentre il 2 novembre la  veggente Mirijana a ricevuto l’ennesimo messaggio della Madonna in una Medjugorje affollata di fedeli (Il Sussidiario, 2 novembre), il segretario di Stato vaticano Pietro Parolin, ha chiarito nuovamente la linea del Vaticano sul fenomeno delle apparizioni.

«E’ volontà della Santa Sede – spiega Parolin – aiutare a regolare il fenomeno in modo che i fedeli che vengono qui possano ascoltare la Parola di Dio, celebrare i sacramenti e vivere un’autentica esperienza di fede».

SOVRANNATURALE E CURA PASTORALE

Non c’è solo la dimensione «sovrannaturale degli eventi» da analizzare, ha inoltre evidenziato il porporato – di ritorno dalla visita in Croazia – è altrettanto importante la questione della «cura pastorale» dei pellegrini.

Motivo per cui il Papa ha nominato lo scorso 11 febbraio l’arcivescovo polacco Henryk Hoser come suo «inviato speciale» , non per fare un supplemento d’indagine, bensì – come si leggeva in un comunicato vaticano – per «acquisire più approfondite conoscenze della situazione pastorale di quella realtà e, soprattutto, delle esigenze dei fedeli che vi giungono in pellegrinaggio» (La Stampa, 31 ottobre).

Leggi anche  Heater Parsons, la giornalista che vide il sole danzare a Medjugorje

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: