Medjugorje: ecco un il miracolo di Giulio

ttendendo il prossimo messaggio della Regina della Pace a Medjugorie, ricordiamo uno degli innumerevoli miracoli, che sono avvenuti alla sua presenza. Ricordiamo che ognuno di essi è documentato e se ne può trovare traccia, presso l’archivio parrocchiale del posto. Continua a leggere “Medjugorje: ecco un il miracolo di Giulio”

Medjugorje: segni nel cielo dell’Assunta

Medjugorje: segni nel cielo dell’Assunta, inequivocabili, che risalgono al 15 Agosto del 2012.
Oggi, che tutto il mondo celebra il dogma più antico, attribuito alla Vergine Maria, ossia la sua Assunzione in cielo, in corpo e in spirito, come era avvenuto sono per il suo Figlio Gesù Cristo, unigenito Figlio di Dio, vogliamo ricordare quando nel cielo di Medjugorje apparve una croce luminosa. Continua a leggere “Medjugorje: segni nel cielo dell’Assunta”

Medjugorje, Bruno Marcello guarisce da un tumore

Medjugorje , Bruno Marcello guarisce da un tumore, dopo che i medici gli avevano fatto sapere che le metastasi, sparse nel suo corpo, gli avrebbero concesso solo poche settimane di vita. Continua a leggere “Medjugorje, Bruno Marcello guarisce da un tumore”

Precipitato col paracadute era in stato vegetativo: dal viaggio a Medjugorje il miracolo

Precipita col paracadute e rimane in stato vegetativo, fino al viaggio a Medjugorje: così comincia la storia di Alessandro che, il 12 Luglio del 2008, cadde da un altezza di 35-50 metri, per cui la sua vita rimase appesa ad un filo sottilissimo. Continua a leggere “Precipitato col paracadute era in stato vegetativo: dal viaggio a Medjugorje il miracolo”

“La mia malattia è terminata il giorno del mio pellegrinaggio a Medjugorje”

“La mia malattia è durata fino a Giugno del 2009, è terminata il giorno del mio pellegrinaggio a Medjugorje”, racconta Raffaella Mazzocchi, che non vedeva da un occhio.
Nel dicembre del 2001, lei aveva solo 16 anni e un virus le aveva distrutto il nervo ottico dell’occhio destro. Fu una neurite ottica retro bulbare, che cominciò a procurarle anche delle crisi epilettiche.

Pellegrinaggio a Medjugorje per riavere la vista

Poi la mamma le programmò un viaggio a Medjugorje: “Raffaella mi disse: mamma, io vengo, ma non credere che chissà cosa succederà. E vabbè, le risposi, ci saremmo fatti una passeggiata. Neanche pregavamo più per l’occhio, ormai rassegnati, vista la gravità del problema, le nostre preghiere erano finalizzate affinché le passassero le gravi e ricorrenti crisi epilettiche”.

Continua a leggere ““La mia malattia è terminata il giorno del mio pellegrinaggio a Medjugorje””