Coronavirus, la storia del Crocifisso miracoloso davanti al quale Papa Francesco ha pregato

Nella Chiesa romana di San Marcello al Corso si trova un crocifisso miracoloso. La tradizione narra che questo crocifisso ligneo sia sopravvissuto a un incendio e, soprattutto, abbia salvato Roma dalla peste del 500′.

Eretta nel IV-V secolo, la Chiesa di San Marcello al Corso, è una chiesa barocca che si affaccia su una delle vie più importanti della Città Eterna, appunto, Via del Corso.

Papa Francesco, il 15 Marzo 2020, dopo aver pregato davanti all’icona della Madonna Salus Popolii Romani, nella Basilica di Santa Maria Maggiore, ha deciso di voler recarsi a pregare anche di fronte a questo bellissimo crocifisso.

📹 si è recato a sorpresa nella Basilica di Santa Maria Maggiore per pregare davanti all’immagine della Salus populi romani e nella Chiesa di San Marcello al Corso per venerare il Crocifisso miracoloso che nel 500 salvò Roma dalla peste

Video incorporato

127 utenti ne stanno parlando

La storia del Crocifisso

Il 23 maggio del 1519 un incendio distrusse completamente la Chiesa di San Marcello al Corso. I fedeli romani accorsi si trovarono un panorama desolante. E poi, la sorpresa: il Crocifisso non era stato toccato dal fuoco.

Questa immagine colpì molto i fedeli tanto da spingere alcuni di loro a riunirsi ogni venerdì sera per recitare preghiere ed accendere lampade. Con l’andare avanti del tempo queste riunioni divennero sempre più organizzate e portarono alla creazione di una comitiva, che venne detta “Compagnia del SS. Crocifisso”.

Il secondo miracolo

L’8 ottobre del 1519 Papa Leone X ordinò la riedificazione della Chiesa.

Tre anni dopo il devastante incendio si abbatté su Roma quella che gli storici chiamano la “Grande Peste”.

Lo sconforto generale della popolazione romana spinse i fedeli a portare il Crocifisso miracolo per le strade della città in processione. Nonostante il divieto delle autorità la processione si fece lo stesso, e durò ben 16 giorni: dal 4 al 20 Agosto del 1522.

E miracolosamente, man mano che il Crocefisso attraversava i rioni romani la peste regrediva. Non solo, allo scadere dell’ultimo giorno della processione la “Grande Peste” era stata del tutto debellata.

Ecco la Preghiera al SS. Crocifisso:

O Gesù, che per il tuo ardente amore verso di noi hai voluto essere crocifisso e versare il tuo Sangue per redimere e salvare le anime nostre, guarda me qui prostrato ai tuoi piedi fiducioso della tua misericordia.

Per i tuoi dolori e per i meriti della tua santa Croce e morte, degnati concedermi la grazia che ardentemente ti chiedo … (esprimi la grazia che intendi ottenere).

E Tu, Madre mia, Maria Addolorata, ascolta la mia supplica, intercedi per me presso il tuo divin Figlio, e pregalo perché mi conceda i favori e le grazie che gli domando.

Amen

Padre Nostro; Ave Maria e Gloria al Padre. Invocazione «Misericordia Santissimo Crocifisso».

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: